Le biciclette a pedalata assistita elettricamente sono definite dalla LEGGE 3 febbraio 2003, n.14, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale N. 31 del 7 Febbraio 2003. In tale legge la definizione di bicicletta elettrica a pedalata assistita è molto chiara e viene riportato quanto segue:

Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee. Legge comunitaria 2002.

Art 24.
(Modifica all’articolo 50 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, recante nuovo codice della strada)

1. All’articolo 50 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, il comma 1 è sostituito dal seguente:
“1. I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare”.
——————————————————————–

Non rientrano quindi tra quelle a pedalata assistita le biciclette dotate di acceleratore autonomo o altro dispositivo di accelerazione.